Analisi Mercato del Risone #41/2021

Adesso possiamo dire che non si è trattato di una sola fiammata. La tempesta perfetta si è abbattuta sul mercato. Lo riportano i maggiori quotidiani nazionali. Riportiamo da ilsole24ore: “A trainare i rialzi sono i fondamentali. La ripartenza della domanda globale si scontra con un’offerta non adeguata, limitata dal meteo sfavorevole in aree chiave di produzione ma anche dagli effetti della pandemia su logistica e trasporto via mare, cui si aggiungono effetti spillover (l’effetto spillover in economia è usato per indicare la diffusione di situazioni di squilibrio da un mercato all’altro)”. La risicoltura italiana non sarà fondamentale per l’economia globale ma l’effetto spillover si sentirà sicuramente.

Analisi Mercato del Risone #40/2021

A chi predicava non più di due giorni fa un calo dei prezzi sarà sfuggita la situazione del tondo e del lungo A generico. Stranamente sono le tipologie di risone non quotate dai listini ufficiali. La fiammata delle sopracitate varietà è la evidente conseguenza, in primis, della diminuzione della superficie coltivata nel 2021. In secondo luogo la scarsità di derrate proposte in vendita a seguito del raccolto rallentato. In controtendenza le varietà succedanee dell’Arborio che ribassano di 10 euro alla tonnellata. Prime quotazioni per Barone CL che conferma le sue qualità produttive e qualitative auspicate sia dai produttori che dall’industria. E nonostante il 40% in più rispetto alla scorsa stagione riesce a mantenere la stessa quotazione. Cammeo, per ora, in stand-by in attesa di segnali dal mercato turco. Indica sempre richiesto a prezzi invariati.

Analisi Mercato del Risone #18/2021

Cercasi Selenio… anzi… cercasi tondo. A questo punto ci si interroga sulla reale disponibilità ancora vendibile delle varietà del gruppo. All’appello mancano quasi 120.000 tonnellate pari al 26%. La difficoltà della gestione dei dati è dovuta anche a pagamenti molto lunghi collegati a ritiri altrettanto dilazionati nel tempo. Altro aspetto rilevante è la percentuale mediamente alta di grani danneggiati che riducono la disponibilità di prodotto lavorato. Passando al mercato delle altre tipologie di riso, nel gruppo del medio in evidenza il Vialone Nano. Il lungo A generico (non protetto dalla clausola di salvaguardia) scivola ultimo in classifica sia per i prezzi che per i trasferimenti. Lungo B costante senza scossoni. Resta preoccupante la situazione del Baldo/Cammeo che, anche questa settimana, non trova sbocchi. Contrattazioni ferme come sono fermi i trasferimenti.

Analisi Mercato del Risone #10/2021

Un mercato calmo non sempre è sinonimo di immobile. I quantitativi contrattualizzati sono rapportati ai volumi ancora disponibili presso i produttori. Nonostante le voci di un probabile calo dei consumi nazionali il mercato mantiene un certo equilibrio maturato nella consapevolezza di disponibilità eccedenti per alcune varietà e insufficienti per altre. La volatilità controllata di questa fase della stagione ne è la prova. Passando alla situazione attuale del mercato riteniamo di buon auspicio l’aumento della domanda sui risi tondi. La crescita e la maturità degli acquisti on-line permette, anche ai fautori del “from farm to fark”, di incrementare la produzione contribuendo fattivamente alla promozione del riso italiano.

Analisi Mercato del Risone #09/2021

Si è appena concluso il Gulfood di Dubai e, nonostante il “Made in Italy” piaccia molto soprattutto da quelle parti, i riscontri (per ora) hanno disatteso le aspettative. Ciononostante un tiepido risveglio dei tondi non fa primavera ma è sempre meglio di niente. Bene Barone e Cammeo. Perplessità su Arborio e Carnaroli con posizioni contrastanti tra chi ritiene il mercato interno fiacco e chi vede prospettive future più rosee. Lungo B in attesa di veder scendere le scorte per poter valutare la reale disponibilità di prodotto vendibile. Sul fronte trasferimenti settimana importante per il Vialone Nano che ha superato le 1200 tonnellate.

Analisi Mercato del Risone #08/2021

Si naviga a vista. La situazione attuale vede l’industria muoversi con cautela e riluttante a sottoscrivere contratti allo scoperto. Richiesto il tondo, soprattutto Sole CL e Terra CL, in conseguenza alle quotazioni concorrenziali rispetto alle altre tipologie. Lungo A tipo Ribe in leggero calo mentre, Baldo/Cammeo confermano le quotazioni massime di stagione. Pochi scambi per le varietà da risotto. Prezzi in attesa di conferme con l’industria orientata a prospettare una diminuzione. I primi a scendere sono i prezzi massimi. Carnaroli diminuisce di 10 euro a tonnellata, mentre per le varietà similari la quotazione è invariata. Lungo B in pausa. Andrà valutata la rimanenza reale presso i produttori.

Analisi Mercato del Risone #44/2020

Borse merci in zona rossa. La stagione di commercializzazione 2020-2021 procede, nonostante i continui ostacoli, speditamente. In attesa di vedere anche le ultime risaie mietute, i mercati devono nuovamente affrontare la chiusura forzata. Dopo l’esperienza primaverile possiamo dire che, dal punto di vista tecnico e logistico, la filiera ha funzionato a dovere e sicuramente riuscirà a superare egreggiamente anche questo momento. Le ultime trattative hanno visto una ripresa sul Centauro e sui tondi generici. Anche il lungo A tipo ribe ha realizzato un leggero aumento di prezzo. Sempre attivo il mercato interno e l’Indica.

Analisi Mercato del Risone – Settimana #37/2020

La prudenza è d’obbligo. Ma le analisi qualitative sui primi campioni lasciano intendere che non sarà una campagna tutta rose e fiori. Perlomeno sul profilo qualitativo. Il caldo eccessivo di agosto e quello anomalo di questi giorni ha contribuito a produrre qualche effetto negativo sulla coltivazione. Il termometro della dimensione lo avremo tra una decina di giorni. Sul mercato le contrattazioni procedono con un lento avvicinamento ai prezzi concordati per i contratti in campo per le varietà del gruppo tondo e i lungo B. Per le varietà da interno la poca disponibilità di prodotto non permette di avere un quadro preciso della situazione. I trasferimenti progressivi riflettono la reale situazione. Scorte esaurite e poca merce pronta per il ritiro, mentre l’industria lamenta uno scarso interesse da parte della GDO.

Analisi Mercato del Risone – Settimana #36/2020

Si parte. In leggero anticipo rispetto alla media delle ultime annate, ma bisognerà attendere la prossima settimana per avere riferimenti sia di produzione che di qualità. La prudenza è d’obbligo e le voci che circolano hanno bisogno di solide certezze. In Borsa Merci di Vercelli si sono stipulati contratti su tondi generici e lunghi B precoci seppur per quantitativi limitati. A condizionare i prezzi in questo momento, più che gli effetti post Covid, sono le previsioni di disponibilità futura legate alla maggiore o minore superficie coltivata. A proposito di superficie. Le nuove tecnologie di selezione varietale hanno modificato la tempistica della programmazione delle semine. Se fino ad un decennio fa si attendeva gennaio per individuare le varietà da seminare, valutando anche l’andamento dei prezzi di mercato, oggi le aziende agricole devono individuare le varietà già a novembre con mercati difficilmente valutabili.

Analisi Mercato del Risone – Settimana #30/2020

Ripartenza da bollino rosso. Gli ultimi mercati di luglio non hanno entusiasmato. I dati di semina appena pubblicati hanno confermato le voci che giravano tra gli addetti. Si sapeva di un recupero della superficie di Carnaroli e Arborio. Non si prevedeva un aumento globale della superficie coltivata del 4%. A aprile la stima prevedeva un aumento del 1,5 %. L’aumento più consistente lo ha realizzato il gruppo del tondo con un aumento del 25% rispetto il 2019, per contro gli indica perdono quasi il 20% della superficie. A mercati chiusi il prezzo realizzabile per le rimanenze diventa secondario. Il pensiero da oggi è rivolto al nuovo raccolto e la partenza non è da bollino verde.

RiceWeek Live – 15a puntata

Appuntamento con RiceWeek Live di giugno. Inizia la terza fase e le prime impressioni all’uscita dal lockdown sono contrastanti. Maggio ha visto un mercato del risone più riflessivo per alcune tipologie, mentre per tondi e indica le strade divergono ampiamente. I trasferimenti non ripetono i record di aprile ma si mantengono su valori elevati per il periodo.

Approfondimento: di seguito mettiamo a vostra disposizione in formato pdf le slides mostrate nel video, da consultare o scaricare.

RiceWeek Live – 12a puntata

E’ online la dodicesima puntata di RiceWeek Live, format nato dalla collaborazione tra Massimo Gregori, Alberto Ferraris (Oryzon) e Agri360gradi. In questa puntata si analizza il mercato di febbraio 2020.

Approfondimento: di seguito mettiamo a vostra disposizione in formato pdf le slides mostrate nella puntata, da consultare o scaricare.

RiceWeek Live: la prima puntata!

Oggi siamo lieti di presentarvi la prima puntata del format RiceWeek Live! Si tratta di un format TV nato dalla collaborazione tra Massimo Gregori e Alberto Ferraris (Oryzon). I video, realizzati da Alberto Gaggiotti Videoproduzioni e presentati da Elena Merlin, sono pubblicati sul canale YouTube Agri360gradi. In questa puntata, ambientata alla Borsa Merci di Vercelli, analizziamo il mercato del riso nel mese di marzo. Il format prevede anche il commento ad una notizia, a nostro avviso rilevante, uscita nel mese precedente e l’intervista ad un ospite. Oggi è lo stesso Alberto Ferraris ad intervenire per spiegarci il progetto.

Approfondimento: in questa sezione di approfondimento mettiamo a vostra disposizione le slides con i dati e i grafici mostrati nella puntata RiceWeek Live di oggi. Potete inoltre scaricare l’articolo che abbiamo commentato e il sondaggio semine aggiornato a marzo 2019.

Infine vogliamo ringraziare Riso Italiano per aver dedicato un articolo a RiceWeek sul suo portale. Puoi leggere l’articolo qui.