Analisi Mercato del Risone #41/2021

Adesso possiamo dire che non si è trattato di una sola fiammata. La tempesta perfetta si è abbattuta sul mercato. Lo riportano i maggiori quotidiani nazionali. Riportiamo da ilsole24ore: “A trainare i rialzi sono i fondamentali. La ripartenza della domanda globale si scontra con un’offerta non adeguata, limitata dal meteo sfavorevole in aree chiave di produzione ma anche dagli effetti della pandemia su logistica e trasporto via mare, cui si aggiungono effetti spillover (l’effetto spillover in economia è usato per indicare la diffusione di situazioni di squilibrio da un mercato all’altro)”. La risicoltura italiana non sarà fondamentale per l’economia globale ma l’effetto spillover si sentirà sicuramente.

Analisi Mercato del Risone #40/2021

A chi predicava non più di due giorni fa un calo dei prezzi sarà sfuggita la situazione del tondo e del lungo A generico. Stranamente sono le tipologie di risone non quotate dai listini ufficiali. La fiammata delle sopracitate varietà è la evidente conseguenza, in primis, della diminuzione della superficie coltivata nel 2021. In secondo luogo la scarsità di derrate proposte in vendita a seguito del raccolto rallentato. In controtendenza le varietà succedanee dell’Arborio che ribassano di 10 euro alla tonnellata. Prime quotazioni per Barone CL che conferma le sue qualità produttive e qualitative auspicate sia dai produttori che dall’industria. E nonostante il 40% in più rispetto alla scorsa stagione riesce a mantenere la stessa quotazione. Cammeo, per ora, in stand-by in attesa di segnali dal mercato turco. Indica sempre richiesto a prezzi invariati.

Analisi Mercato del Risone #27/2021

Ritmi serrati per i ritiri del tondo. L’anno scorso nel mese di luglio i trasferimenti totali del gruppo tondo ammontavano a circa 16.000 tonnellate. I dati della settimana pubblicati il 29 giugno scorso riportavano 9.211 tonnellate. Nonostante rimangono circa 34.000 tonnellate da trasferire il mercato non si ferma. L’impressione che, dopo lungo B e tondo, ora tocchi al lungo A generico (per intenderci Luna, Ronaldo e & C.) ritornare protagonista del mercato. Situazione più complicata per alcune varietà del mercato interno. Trasferimenti rallentati per Carnaroli e Arborio, nonostante i prezzi si mantengono vicini ai massimi della stagione.

Analisi Mercato del Risone #24/2021

Brusca frenata dei trasferimenti. Nella settimana appena trascorsa è stato ritirato solo l’1,40% della disponibilità. Se la situazione dei ritiri per il tondo e per il lungo B non desta particolare preoccupazione, per i lunghi A la musica cambia. Non è più solo il Baldo, ma anche Arborio e Carnaroli stentano a rinpinguare gli scaffali degli alimentari. La ristorazione riuscirà ad esaurire le probabili eccedenze? E soprattutto ha senso richiedere aumenti di superficie coltivata a lungo A (per intenderci: Loto e similari + 690 ha su 2020, S.Andrea +1.666 ha, Arborio +1.523 ha e Carnaroli +2.389 ha) quando la rimanenza complessiva del lungo A è superiore di 36.000 tonnellate rispetto al 2020?

Analisi Mercato del Risone #06/2021

La situazione è tutt’altro che normale e, precisiamolo subito, non è colpa del Covid. Prezzi del lungo B che non aspettano i pagamenti corti per piazzare ulteriori rincari . A seguire lo scatto, per ora, solo i lunghi A tipo Ribe. In particolare le varietà LUNA CL e DARDO sono i più gettonati. ROMA e BALDO trasferiti rispettivamente al 60% e 55% confermano il primato tra le varietà pregiate. Arborio e Carnaroli pagano anche la difficoltà riscontrata nella gestione dei ritiri che, in questo periodo, subiscono ritardi rispetto alle condizioni pattuite. A partire da questo report le slide pubblicate riporteranno le rimanenze anzichè i trasferimenti progressivi. Considerando un ipotetico giro di boa, della stagione in corso, la rimanenza assume maggior importanza rispetto al trasferito.

Analisi Mercato del Risone #44/2020

Borse merci in zona rossa. La stagione di commercializzazione 2020-2021 procede, nonostante i continui ostacoli, speditamente. In attesa di vedere anche le ultime risaie mietute, i mercati devono nuovamente affrontare la chiusura forzata. Dopo l’esperienza primaverile possiamo dire che, dal punto di vista tecnico e logistico, la filiera ha funzionato a dovere e sicuramente riuscirà a superare egreggiamente anche questo momento. Le ultime trattative hanno visto una ripresa sul Centauro e sui tondi generici. Anche il lungo A tipo ribe ha realizzato un leggero aumento di prezzo. Sempre attivo il mercato interno e l’Indica.

RiceWeek Live – 12a puntata

E’ online la dodicesima puntata di RiceWeek Live, format nato dalla collaborazione tra Massimo Gregori, Alberto Ferraris (Oryzon) e Agri360gradi. In questa puntata si analizza il mercato di febbraio 2020.

Approfondimento: di seguito mettiamo a vostra disposizione in formato pdf le slides mostrate nella puntata, da consultare o scaricare.