Analisi Mercato del Risone #03/2022

Ad un osservatore esterno può sembrare che gli operatori siano colpiti dalla “sindrome da scaffale”. Dopo 140 giorni dall’inizio della campagna 2021-22 è stato trasferito il 50% del raccolto. Bisogna ritornare indietro di 7 anni per ritrovare una situazione simile. Ma allora scarseggiavano le varietà da interno con Arborio e Carnaroli al 60% (e il prezzo superava i 700 €/Ton) e il Baldo con il Roma sopra il 70% di risone ritirato ( i prezzi 630 e 600 €/ton). Oggi la situazione riguarda quasi tutte le tipologie di riso. Ne consegue che, a fasi alterne, le variazioni riguardano tutti i risoni. Dopo i rialzi dei tondi delle scorse settimane, a Mortara sono protagonisti gli indica, il Cammeo e il Barone. Una breve considerazione. La Borsa di Mortara è dal 17 dicembre che non pubblica il listino.

RiceWeek Live – 32a puntata

Appuntamento con RiceWeek Live di gennaio. Il mercato di dicembre, contrariamente a quanto accaduto lo scorso anno, vede un forte rialzo del prezzo dei tondi mentre per le altre varietà la situazione è sostanzialmente stabile. Trend che si conferma anche in questa prima decade di gennaio 2022. Trasferimenti sopra il 50% con il Selenio al 54%. Un anno fa il Selenio trasferito non arrivava al 34%. 

Approfondimento: di seguito mettiamo a vostra disposizione in formato pdf le slides mostrate nel video, da consultare o scaricare.

Analisi Mercato del Risone #02/2022

Ormai ne parlano tutte le testate. La Cina sta rastrellando, entro la prima metà dell’annata agraria 2022, il 60% delle riserve mondiali di riso e di altri prodotti agricoli. Per contro, la Russia ridurrà le esportazioni di grano del 20% fino a fine giugno. In Italia cerca sponda, pubblicamente, Vincenzo Divella, amministratore delegato dell’omonimo pastificio, ottenendo un parziale riconoscimento dalla Gdo. Per la risicoltura italiana, il 2022 è iniziato nel segno dei tondi, ma ora, sembra accellerare su tutte le tipologie. A fronte delle potenze mondiali (vedi Cina e Russia) che si muovono e condizionano i mercati, l’Europa e l’Italia, ripongono la loro fiducia nell’infallibile toccasana PNNR, strumento innovativo che, speriamo non faccia rimpiangere il vecchio “intervento”.

Analisi Mercato del Risone #01/2022

Il 2022 inizia nel segno dei tondi. In realtà potremmo sbilanciarci, senza timore, a definire tutta la stagione nel segno dei tondi ma, … C’è un ma. Rispetto a inizio gennaio 2021 la rimanenza, ovvero la disponibilità ancora ritirabile, per le riserie è inferiore di quasi 105.000 tonnellate. A complicare ulteriormente la situazione è la difficoltà a valutare quanta merce risulta ancora invenduta. Il rischio di vendite “senza scorta” potrebbero far perdere di “appeal” i tondi. In questo contesto, può essere d’aiuto una opportuna valutazione delle intenzioni di semina che, a fine mese, l’Ente Risi renderà pubbliche. E’ auspicabile una adesione statisticamente accettabile per avere valori attendibili. in caso contrario continueremo la navigazione a vista.