Analisi Mercato del Risone #11/2022

Nelle borse merci poche contrattazioni e scarsa affluenza. I listini registrano aumenti per quasi tutte le varietà da interno nonostante la rimanenza rappresenti il 40%, ovvero la percentuale più alta rispetto il 30% di Ribe e indica e il 20% dei tondi. Nel gruppo Carnaroli sono i similari a riportare i maggiori aumenti. Le uniche eccezioni restano Baldo e Roma. Per queste ultime tipologie,il prezzo stabile e la buona disponibilità delle derrate ancora disponibili, incoraggia l’industria all’acquisto e stoccaggio. Tondi congelati sui massimi di stagione con la rimanenza ufficiale al 20%. I prezzi per i lunghi A tipo Ribe e Indica sono stabili ma, la percezione tra gli operatori è di un contesto in evoluzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.